Stage e Tirocini curriculari

Referente di Dipartimento: Prof. Aggr. Maria Vella

La prof.ssa Maria Vella è disponibile a fornire informazioni e consigli sullo stage da attivare. 

Lo studente può contattare la prof.ssa Vella attraverso la piattaforma Moodle (clicca qui) loggandosi con la propria password e selezionando il pulsante ISCRIVIMI

 

 

 ATTIVAZIONE STAGE ESTERNO

Per l'attivazione di uno stage o tirocinio esterno all'Ateneo è necessario:

- Avere l'approvazione del Comitato per la Didattica alla richiesta di Stage e al piano di lavoro da presentare all'Ufficio Studenti e Didattica almeno 30 gg. prima del presunto inizio

(Richiesta stage "L-36"   "LM-52, LM-63" e Piano di lavoro firmato dal tutor aziendale e dal tutor universitario)

- Stipulare una convenzione e presentare un progetto formativo al Placement office attraverso l'apposita procedura on line (Come stipulare una convenzione e attivare un progetto formativo

RICONOSCIMENTO STAGE ESTERNO

Per il riconoscimento dello stage, una volta terminato, occorre presentare all’Ufficio Didattica e Studenti:

 

                                                                                                           ATTIVAZIONE E RICONOSCIMENTO STAGE INTERNO

Per l'attivazione:

Per il riconoscimento:

 

                                                                                           MODULI PER RICONOSCIMENTO ATTIVITA' LAVORATIVA

  • Attestazione rilasciata dal datore di lavoro (comprovante il periodo, il n. di ore lavorative effettuate) con firma e timbro dell’Ente
  • Relazione finale studente

 

Modulistica:

CRITERI RICONOSCIMENTO E ATTRIBUZIONE CFU

4) stage – tirocini - ”altre attività”: determinazione dei criteri di riconoscimento e attribuzione cfu

(....)

- nell’ordinamento del Corso di Laurea L-36, nell’ambito delle “altre attività formative” è prevista l’attribuzione di massimo 4 CFU all’acquisizione di “altre conoscenze utili all’inserimento nel mondo del lavoro” e l’attribuzione di massimo 4 CFU per lo svolgimento di “tirocini formativi e di orientamento” (art. 10, lettera 5 comma d, del DM 22 ottobre 2004, n. 270)

- in base al Regolamento didattico è compito del Comitato per la didattica attribuire tali CFU.

Il Comitato per la didattica del corso L-36 delibera i seguenti criteri generali per l’attribuzione di tali crediti:

  • Le attività suscettibili di riconoscimento e il numero massimo di crediti attribuibili devono essere preliminarmente approvati dal Comitato per la didattica.
  • Tali attività devono essere esplicitamente orientate ad arricchire le conoscenze utili all’inserimento nel mondo del lavoro.
  • Tali attività non possono essere di mero supporto all’attività didattica o scientifica di singoli docenti né finalizzate al raggiungimento di singoli obiettivi didattici (esami di profitto, esame finale) dello studente interessato.
  • In particolare, l’acquisizione di “altre conoscenze utili”:
    • deve avvenire nell’ambito di iniziative dotate di proprie finalità, ulteriori rispetto a quelle dell’attribuzione dei crediti formativi
    • deve essere comprovata dal promotore delle iniziative, attraverso una specifica modalità di verifica ex post
    • può comportare l’attribuzione di massimo un CFU per ciascuna iniziativa
  • In particolare, lo svolgimento di tirocini formativi e di orientamento:
    • deve preferibilmente essere svolto presso soggetti esterni alla comunità accademica
    • quando si svolge presso centri di ricerca o formazione e altri enti o uffici riconducibili all’ambito accademico, deve comunque rientrare in un progetto/programma già strutturato secondo proprie finalità, attività e tempistiche di svolgimento

(...)