Area economica

Gli ambiti delle attività di ricerca

Per l'area economica gli ambiti delle attività di ricerca spaziano dalla Economia politica alla Politica economica, dall'Economia applicata, oltre all’Economia internazionale, all’Economia monetaria, alla Demografia e alla Statistica,

Nel quadro di tali discipline, le linee di ricerca più specifiche che sono attualmente oggetto di particolare attenzione sono le seguenti:

Settore dell'Economia

La ricerca si articola in diversi grandi filoni. 

 

Il primo mette in relazione economia, politica e istituzioni. Tale filone studia: (a) la relazione tra regimi politici e performance economica; il ruolo dell’integrazione europea, distinguendo integrazione economica da integrazione istituzionale, e i conseguenti effetti sulla crescita economica dei paesi membri; (b)  il ruolo delle istituzioni locali e la performance economica locale.

 

Il secondo filone si occupa della relazione tra globalizzazione e sostenibilità dal punto di vista ambientale che sociale, oltre ai temi connessi al sistema energetico globale contro il cambiamento climatico. Sul tema della sostenibilità sociale e ambientale, la ricerca in corso analizza inoltre i fattori che influenzano le strategie di adattamento al degrado ambientale e al cambiamento climatico e i loro effetti.

 

Altre linee di ricerca concernono:  il ruolo delle cooperative per la ripresa dell’economia Toscana; le tematiche relative all’organizzazione e gestione del Terzo Settore nell’erogazione di servizi alla persona; lo studio delle dinamiche della violenza sulla donne in Toscana per informare politiche di intervento, protezione e prevenzione.  A cavallo tra l’economia e la demografia, c’è poi una linea di ricerca sullo sviluppo locale, i flussi demografici e le dinamiche del turismo in relazione al territorio.

Settore della Demografia

Le attuali linee di ricerca si incentrano oltre che sulla demografia storica, sulla interrelazione tra la demografia e l’antropologia (etnodemografia) e sulla influenza delle religioni sui comportamenti demografici degli individui essenzialmente in termini di fecondità differenziale (demografia religiosa)